Dossier M5s, l’attività del Parlamento siciliano è costata 1000 euro al minuto nel 2018


Mille euro al minuto: tanto sarebbe costata, alle casse pubbliche, l’attività del Parlamento siciliano nel 2018. A rivelarlo è un dossier del gruppo parlamentare dei 5stelle che ha analizzato il costo dell’Assemblea regionale in rapporto alle ore lavorate in aula (246 ore e 33 minuti) e ai 15 milioni di euro pagati per le indennità dei parlamentari. Dal documento emerge inoltre che i deputati siciliani hanno lavorato nell’Ars appena 7,52 giorni al mese, pari a una media di circa 20 ore (in totale 87 giorni in un anno). Il record negativo è stato a maggio, con appena 4 ore e 34 minuti.

I numeri del dossier

Il rapporto è stato presentato questa mattina dal M5S all’Ars, allo scopo di dimostrare come il luogo comune di un Parlamento regionale inattivo non sia del tutto infondato. Il calcolo statistico e l’analisi dei dati, secondo il gruppo pentastellato dimostrerebbe l’inefficienza dell’Assemblea. A presentare i risultati della ricerca sono stati i parlamentari Stefano Zito, Francesco Cappello ed Elena Pagana. “La media dell’Ars è di 20 ore e 32 minuti lavorativi al mese, circa 5 ore a settimana, contro le 20 ore settimanali in media di un normale lavoratore”, ha sottolineato Zito. “Dopo i primi 4 mesi del 2018, in cui era in vigore l’esercizio provvisorio, sono state fatte 66 ore di lavoro, magicamente dopo l’approvazione della finanziaria c’è un mese, il mese di maggio, in cui l’Ars ha lavorato solo 4 ore e 34 minuti”, ha continuato.

L’Ars costerebbe più della Casa Bianca

Nel dossier si legge inoltre che l’attività delle commissioni parlamentari è stata in media di 9,42 ore a settimana e nessuna commissione supera le due convocazioni a settimana. La più produttiva è la Commissione bilancio con 1,66 sedute a settimana. “Per contro, l’Ars costa più della Casa Bianca che spende circa 136 milioni di euro in un anno, mentre l’Assemblea costa 137 milioni e 500 mila euro”, hanno osservato i deputati.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *