Dl crescita, cdm approva “salvo intese”. Il nodo dei rimborsi


Dopo un consiglio dei ministri durato circa tre ore, secondo quanto si apprende, è stato approvato il dl crescita con la formula ‘salvo intese’, con all’interno anche la norma su Alitalia. Al centro del vertice anche il nodo dei rimborsi ai risparmiatori coinvolti nelle crisi bancarie. “Vince la linea Di Maio sul risarcimento dei risparmiatori truffati”, riferiscono fonti del M5s. 

Conte convocherà le associazioni di risparmiatori

Le fonti sottolineano poi come nel decreto crescita non siano entrate le norme volute inizialmente dal ministro dell’Economia Tria che avrebbero modificato gli accordi assunti con le associazioni di risparmiatori. “Nessuna norma può essere inserita senza accordo delle associazioni”, avrebbe insistito Di Maio. A questo punto, il Presidente del consiglio Conte avrebbe assunto l’impegno di convocare proprio le associazioni lunedì, alle 12. Mentre una nuova riunione del Consiglio dei ministri si potrebbe tenere già martedì 9 aprile.

Alitalia, norma per convertire prestito

Su Alitalia, invece, secondo quanto si apprende, la norma contenuta nel dl crescita consente di convertire una parte del prestito ponte (di 900 milioni concesso dallo Stato alla compagnia nel maggio 2017) in equity. Questo permetterebbe al Tesoro di entrare eventualmente nella newco per la nuova Alitalia con una quota che, nelle ipotesi finora indicate, potrebbe essere al 15%.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *