Disney ed Epic ritirano le pubblicità



Qualche giorno fa su queste pagine abbiamo riportato la notizia della scoperta di uno YouTuber che aveva posto l’accento su un preoccupante fenomeno che sta attanagliando la piattaforma di condivisione video negli ultimi tempi: quello della pedofilia nei commenti dei filmati pubblicati dai minorenni.

Lo stesso vlogger affermava anche che spesso i pedofili pubblicavano nei commenti il timestamp dei momenti in cui le ragazzine assumevano posizioni particolari e che spesso i video originali venivano scaricati per poi essere caricati su altri canali. Un aspetto molto importante su cui veniva puntato l’accento è che spesso questi filmati sono sponsorizzati da marchi importanti.

Oggi arrivano le prime reazioni di YouTube. La piattaforma ha annunciato di aver “preso provvedimenti immediati” per eliminare gli account incriminati, ma a far discutere sono le risposte di inserzionisti importanti.

Un portavoce di Nestlè ha annunciato che la società ha deciso di “mettere in pausa” le pubblicità da YouTube a livello mondiale, in attesa che i gestori facciano luce sulla vicenda.

Epic Games, il creatore di Fortnite, ha seguito la stessa linea ed un portavoce ha svelato che il team ha deciso di bloccare tutti gli annunci dalla piattaforma. Il ripristino è previsto al completamento del processo di revisione da parte di Google e YouTube.

Dello stesso avviso anche Disney e l’azienda alimentare tedesca Dr August Oetker, il tutto mentre YouTube precisava che “qualsiasi contenuto, inclusi i commenti, che mette in pericolo i minori è aberrante ed abbiamo politiche chiare che li vietano sul sito. C’è ancora molto da fare e continuiamo a lavorare per migliorare e rilevare gli abusi più rapidamente“.

Perdere inserzionisti di questo calibro però rappresenta un grave danno per YouTube, che sicuramente correrà ai ripari rapidamente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *