Di Maio presenta il programma elettorale M5S per le europee: le province sono uno spreco


“Le province sono uno spreco, inutile ammalarsi di amarcord per farle ritornare. Chi le vuole si trovi un altro alleato” (LO SCONTRO LEGA-M5S). Queste le parole di Luigi Di Maio durante la presentazione del programma elettorale del M5S in vista delle elezioni europee del 26 maggio.

“Tagliare veramente le poltrone”

Il leader del M5S ha poi aggiunto: “Le province si aboliscono, non si ripristinano, la scelta è semplice: vanno eliminate veramente tagliando poltrone. La soluzione non è certo quella contraria, non è aumentando le poltrone con altri 2500 nuovi incarichi politici che si risolvono i problemi degli italiani”, ha detto ancora Di Maio ricordando che che il Movimento “nemmeno si è mai presentato alle elezioni” provinciali.

Su Siri: “Questione morale, non arretriamo”

Durante la presentazione del programma europeo, Di Maio è tornato anche sul caso Siri e sulla richiesta delle sue dimissioni: “Sulla questione morale il movimento non arretra: comunque si chiami il sottosegretario da noi le regole si rispettano, che tu sia del Movimento o del partito alleato. Questo deve essere chiaro”. Infine, altro avvertimento alla Lega: “Il salario minimo è nei programmi di Lega e Pd: mi devono spiegare perché non lo vogliono votare. Non credo che la Lega arriverà a tanto anche perché il salario minimo, che mi chiedono le imprese per evitare il dumping, era nel contratto di governo”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *