Di Maio, con Le Monde: “Francia democrazia millenaria”


Nuova gaffe per il vicepremier Luigi Di Maio che ‘cade’ sulla storia francese. Il leader del M5s, in una lettera al quotidiano francese Le Monde, si riferisce infatti alla Francia come a un Paese dalla “tradizione democratica millenaria”. Ma la Rivoluzione francese, cioè l’evento che liberò il Paese da secoli di monarchia assoluta, è datata 1789. Sono passati quindi solo 230 anni dalla nascita della democrazia francese.

La gaffe di Di Maio nella lettera a Le Monde

“Noi guardiamo al vostro popolo come a un punto di riferimento e non un nemico, e le divergenze politiche e di visione fra il governo francese e italiano non devono ricadere sul rapporto di amicizia storico che unisce i nostri due popoli e i nostri due Stati”, scrive il leader M5S riferendosi alle tensioni dell’ultimo periodo tra Roma e Parigi. Poi, in un passaggio successivo della lettera, ecco la gaffe: “La prima cosa che vorrei ripetere con forza è che l’Italia e il governo italiano considerano la Francia come un Paese amico e il suo popolo, con la sua tradizione democratica millenaria, come un punto di riferimento a livello mondiale, nelle conquiste dei diritti civili e sociali”.

L’ironia sui social

Dopo la gaffe del vicepremier, sui social molti utenti hanno ironizzato sull’episodio chiamando in causa calcoli complicati ed ere storiche molto lontane per rintracciare le origini della “democrazia millenaria”. Ecco alcuni esempi su Twitter






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *