designer di Diablo 3 critica il Loot e suggerisce delle modifiche



Il lancio di Anthem ha concesso a Travis Day, ex sviluppatore di Diablo 3 attualmente impegnato sul progetto di Dauntless, a discutere con la community di Reddit degli interventi correttivi che potrebbero compiere gli autori di BioWare per migliorare il loot del loro ultimo, controverso action ruolistico.

Secondo quanto spiegato da Travis Day dopo esserci cimentato con il kolossal sci-fi di Electronic Arts ed averlo osservato con gli occhi del designer prima ancora che del cultore di GDR d’azione e di avventure di fantascienza, il team di BioWare dovrebbe concentrarsi sugli aspetti più importanti del sistema di loot di Anthem, ossia sul bilanciamento delle ricompense ottenute dai giocatori in base al livello di difficoltà scelto e alla sfida affrontata.

Sulla scorta dell’esperienza maturata con progetti come Diablo 3, Day suggerisce così alla sussidiaria canadese di EA di premiare gli utenti capaci di superare le missioni più difficili (in particolar modo le Roccaforti, ma anche gli eventi legati al free roaming con protagonisti i Titani) con un numero congruo di punti esperienza, monete digitali da spendere in personalizzazioni estetiche e, soprattutto, armi ed elementi di equipaggiamento rari.

A dispetto dell’accoglienza non particolarmente calorosa della stampa di settore e, ciò che più conta, degli appassionati, i vertici di BioWare si dicono estremamente fiduciosi per il buon esito di Anthem e, con le parole del produttore esecutivo Mike Gamble, ci invitano a guardare al futuro e di attendere i numerosi contenuti aggiuntivi e aggiornamenti che caratterizzeranno il supporto post-lancio del titolo su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

Anthem arriva a febbraio, preordinalo su Amazon.it a 62.99 euro e ricevi contenuti bonus esclusivi, tra cui lo Stendardo dei Fondatori, emblema unico da utilizzare in gioco.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *