Decreto sblocca cantieri, via libera dal Consiglio dei Ministri


Via libera del Consiglio dei ministri, riunito a Reggio Calabria, al decreto legge sblocca-cantieri. Il decreto “ha acquisito la bollinatura della Ragioneria e domani mattina dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale”, ha confermato il premier Giuseppe Conte nel corso della conferenza stampa dopo il Cdm. Nel corso del vertice è arrivato anche il via libera all’unanimità al dl sulla sanità definito “decreto Calabria” (SONDAGGIO QUORUM: LEGA AL 33,2%, M5S AL 22,3%).

Conte: con Quirinale rapporto leale, eccellente e cordiale

Il presidente del Consiglio ha precisato che sui decreti “addirittura i giornali hanno rappresentato una sollecitazione veemente del presidente della Repubblica nei miei confronti per il ritardo” su sblocca-cantieri e dl crescita. “Nulla assolutamente di vero, il rapporto con il presidente della Repubblica è quello di una leale collaborazione tra alte istituzioni dello Stato, ed è un rapporto eccellente e cordiale dal punto di vista umano”, ha detto Conte.

“Mattarella ha suggerito esame bis su sblocca-cantieri”

Conte ha aggiunto che nel corso del colloquio al Colle “Mattarella mi ha suggerito, e io ho colto subito questo suggerimento, di riportare il dl sblocca-cantieri in Cdm per una sua approvazione formale, visto che era stato approvato salvo intese e queste intese si sono trasformate in un’intensa attività di confronto anche tecnico”.

M5S: dl è grande scossa per favorire crescita

“Il decreto sblocca-cantieri è la grande ‘scossa’ che questo governo vuole dare al nostro tessuto economico per favorire la crescita nei prossimi mesi”, hanno commentato in una nota i senatori M5s della commissione Lavori Pubblici e Trasporti. “Si tratta di un nutritissimo pacchetto di norme che mira a far ripartire i lavori per centinaia di opere da troppo tempo imprigionate nell’insensato reticolo burocratico consolidatosi negli anni”.

Martedì prossimo Cdm per ok a dl crescita

“Abbiamo concordato di tenere un prossimo Cdm martedì nel pomeriggio e in quel caso riporteremo il decreto crescita per un passaggio formale”, ha poi annunciato Conte. “Abbiamo definito un po’ tutte le questioni, più che dissidi di natura politica, nel decreto abbiamo avuto qualche difficoltà nella formulazione delle norme, perché vogliamo un decreto per il rilancio del Paese. Il dl sarà in Gazzetta Ufficiale entro aprile e non a maggio inoltrato come diceva qualcuno”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *