Daimler pensa alla fine dell’accordo con Renault-Nissan


Il Gruppo tedesco Daimler si appresta a concludere la collaborazione con l’Alleanza Renault-Nissan, avviata nel 2010, nell’ambito di una strategia di riduzione dei costi di gestione che verrà introdotta dall’amministratore delegato Ola Kallenius che prenderà il posto dell’attuale Ceo Dieter Zetsche a partire da maggio. Secondo fonti provenienti dalla Germania pare che il Gruppo Daimler abbia quantificato in 6 miliardi di euro i possibili risparmi sui costi e su una migliore efficienza gestionale entro il 2021 da imputare al marchio Mercedes. A cui si aggiungerebbero altri 2 miliardi di euro per il brand dei Trucks. Kallenius, inoltre, come parte delle misure di rientro, potrebbe tagliare anche 10.000 posti di lavoro.

Carlo Ghosn e Dieter Zetsche nel 2010 a Bruxelles. ApCarlo Ghosn e Dieter Zetsche nel 2010 a Bruxelles. Ap

Carlo Ghosn e Dieter Zetsche nel 2010 a Bruxelles. Ap

Carlo Ghosn e Dieter Zetsche nel 2010 a Bruxelles. Ap

costi
Già in febbraio Daimler avrebbe cercato di attivare diverse misure di riduzione dei costi dopo che l’utile operativo fatto registrare alla fine del quarto trimestre dell’anno scorso era sceso del 22%. Questo calo è stato in gran parte attribuito sia alle guerre commerciali, ma anche alla crisi del settore e, infine, all’aumento dei costi di sviluppo dei nuovi veicoli elettrici. Inoltre, pare che su 30 mila veicoli prodotti nella fabbrica americana di Mercedes a Tuscaloosa, in Alabama, siano stati riscontrati dei sistemi elettronici difettosi che hanno richiesto riparazioni importanti, tanto che il problema ha portato a minori entrate per circa 2 miliardi di euro che potrebbero pesare ulteriormente sugli utili del primo trimestre per una cifra di almeno 500 milioni di euro.


matrimonio
Ma torniamo alla risoluzione della collaborazione con l’Alleanza Renault-Nissan: per il momento non sono noti quali saranno i dettagli sui quali Daimler lavorerà per porre fine alla partnership, ma si pensa che basterebbe non rinnovare i progetti comuni. I più significativi fra quelli condivisi sono la produzione condivisa di Mercedes Classe X e di Nissan Navara così come fra Smart ForFour e Renault Twingo. Nell’ambito della partnership con l’Alleanza Renault e Nissan va poi inserita la fabbrica fra Mercedes e Infiniti ad Aguascalientes, in Messico. Ulteriori dettagli non sono previsti a breve, ma quando si insedierà Ole Kallenius nel posto di comando del Gruppo Daimler.

 Corrado Canali 

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *