Curiosity è entrato in “Safe Mode” su Marte e nessuno sa perchè



Giungono importanti novità dal rover Curiosity della NASA, che è sul Marte. Come spiegato dal Jet Propulsion Laboratory, il rover ha riportato non pochi problemi la scorsa settimana, al punto che il suo funzionamento è descritto come “a singhiozzo”.

Successivamente, il robot ha inserito la “Safe Mode“, che di solito si attiva quando qualcosa non va per il verso giusto. Gli ingegneri, dopo aver ricevuto la notifica dell’attivazione della modalità, hanno eseguito un reset del rover ed hanno raccolto alcune informazioni diagnostiche quando è tornato attivo e funzionante, ma non hanno riportato alcun danno o problema. Il motivo che ha spinto Curiosity ad attivare la modalità d’emergenza resta quindi un mistero.

La NASA, pur essendo fiduciosa per il prosieguo della missione, ed incoraggiata dal fatto che il robot sia tornato in piedi rapidamente, sta indagando sulla questione ed intende fare lumi rapidamente. “Non siamo ancora sicuri della causa esatta e stiamo raccogliendo tutti i dati potenzialmente rilevanti” ha affermato Steven Lee in una nota. “Il rover ha subito un reset del computer una tantum ma ha funzionato normalmente da quel momento, il che è un buon segno. Al momento stiamo lavorando per ottenere uno snapshot della sua memoria per capire meglio cosa potrebbe essere successo“.

Gli scienziati sono anche al lavoro per evitare potenziali rischi e danni alla memoria del veicolo, e stanno lavorando affinchè Curiosity eviti di sovrascrivere accidentalmente qualsiasi informazione sul problema tecnico.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *