cosa aspettarsi e come seguirla in diretta


L’edizione 2019 del Mobile World Congress di Barcellona è oramai alle porte e, come di consueto, la più grande fiera in campo smartphone del mondo verrà anticipata dalle conferenze con cui i vari produttori annunceranno i loro nuovi dispositivi. Quest’anno però sarà più particolare del solito: Samsung ha infatti deciso di anticipare la concorrenza, annunciando in pompa magna un evento Unpacked che si terrà il 20 febbraio a San Francisco alle ore 20 italiane.
La società sudcoreana è consapevole di avere in mano dei prodotti che potrebbero fare faville, ovvero la gamma Galaxy S10 e il tanto atteso smartphone pieghevole, ed è quindi chiaro il motivo per cui voglia avere tutte le attenzioni su di sé. I rumor e i leak emersi online in merito a questo evento sono ovviamente molti e possiamo dunque provare a ricostruire cosa verrà presentato.

Samsung Galaxy S10

La gamma Galaxy S10 sarà con ogni probabilità il fulcro della conferenza, con tre nuovi smartphone sotto i riflettori: Galaxy S10E (Lite), Galaxy S10 e Galaxy S10 Plus. Tutti i modelli dovrebbero disporre di un design Infinity-O, mentre i display Dynamic AMOLED HDR+ dovrebbero essere rispettivamente da 5,8 pollici (Full HD+), 6,1 pollici (QHD+) e 6,4 pollici (QHD+). Certa la presenza del foro per la fotocamera posto in alto sul display: su S10E e su S10 dovrebbe esserci un singolo sensore anteriore da 10MP (f/1.9, selfie UHD), mentre nella variante Plus saranno due, il primo da 10MP (f/1.9, selfie UHD) e il secondo da 8MP (f/2.2, per la profondità di campo).
Anche le fotocamere posteriori potrebbero essere differenti, visto che S10 Lite dovrebbe montare una dual camera da 12MP (f/1.5, OIS) + 16MP (f/2.2, ultra-wide), mentre S10 e S10 Plus dovrebbero disporre di una tripla fotocamera, composta da un sensore da 12MP (f/2.4, tele, OIS, AF), un altro sempre da 12MP (f/1.5, OIS) e infine un terzo da 16MP (f/2.2) capace di fare scatti grandangolari.

Sotto la scocca, troveremo invece un processore octa-core Exynos 9820, affiancato da una GPU Mali-G76. Tornando al campo dei rumor, dovremmo trovare 6/8GB di RAM e 128/512GB di memoria interna (UFS 3.0?) per la variante base, mentre quella più performante dovrebbe disporre di 8/12GB di RAM e di 512GB/1TB di memoria interna. Samsung Galaxy S10E dovrebbe invece avere 6/8GB di RAM e 128/256GB di memoria interna. Differenti anche le dimensioni delle batterie: 3100 mAh (S10E), 3400 mAh (S10) e 4100 mAh (S10 Plus). Il sistema operativo sarà con ogni probabilità Android 9 Pie, forse già con personalizzazione OneUI.
Tutti e tre i modelli dovrebbero inoltre presentare la certificazione IP68, il supporto al super slow-motion, Dolby Atmos, HDR 10+ e ricarica veloce (anche wireless), mentre nel bundle potrebbero essere presenti degli auricolari AKG. Non dovrebbe mancare un sensore di impronte digitali posto sotto allo schermo. In tal senso, S10 Lite dovrebbe disporre di un sensore di impronte digitali laterale.
Oramai confermata anche la connettività, che dovrebbe disporre di Bluetooth LE, NFC e MST (per Samsung Pay). Probabile anche la presenza del nuovo standard WiFi 802.11ax, meglio noto come WiFi 6, che garantisce velocità più elevate, maggiore durata della batteria e reti più efficienti. Sembra ci saranno anche il jack per le cuffie, la porta USB Type-C e il riconoscimento facciale 2D, nonostante i primi rumor andassero in una direzione diversa.

In quanto a disponibilità, i preordini dovrebbero partire dal prossimo 21 febbraio, mentre la data di effettiva disponibilità sul mercato dovrebbe essere fissata per l’8 marzo. A proposito di prezzi, sono già emersi online quelli che potrebbero riguardare l’Italia, che sarebbero di 779 euro per S10 Lite (6/128GB), 929 euro per la variante 6/128GB di S10 e 1179 euro per quella da 8/256GB.
Samsung Galaxy S10 Plus dovrebbe invece avere tre versioni: quella da 6/128GB potrà probabilmente essere acquistata a 1049 euro, quella da 9/512GB a 1299 euro, infine 12GB/1TB di memoria a 1599 euro.

Smartphone pieghevole

Il primo smartphone pieghevole di Samsung è destinato a far discutere. La società sudcoreana lo sta pubblicizzando con dei cartelloni pubblicitari piazzati in tutto il mondo e l’hype degli appassionati è alle stelle. D’altronde, Samsung ha giocato bene le sue carte, mostrando un prototipo funzionante e annunciando il display Infinity Flex durante la Samsung Developer Conference tenutasi a novembre 2018. Samsung ha però tenuto il massimo riserbo in merito a Galaxy F, ma ovviamente i rumor non mancano online.
Si vocifera della presenza di un ampio schermo interno da 7,3 pollici e di un pannello esterno da 4,5 pollici. Questo consentirebbe all’utente di sfruttare il dispositivo sia come “tablet” che come smartphone.

Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, i rumor descrivono un Galaxy F montante un processore octa-core Qualcomm Snapdragon 855, 12GB di RAM, fino a 1TB di memoria interna e una batteria da 4400 mAh (coppia di due batterie da 2200 mAh), anche se alcune fonti parlano addirittura di oltre 6000 mAh. Per quanto riguarda il prezzo, il primo smartphone pieghevole di Samsung dovrebbe essere venduto a un costo non inferiore ai 1400 euro.

Altri prodotti

Tra gli altri prodotti che la società sudcoreana potrebbe presentare in quel di San Francisco troviamo le Galaxy Buds. Queste non sono altro che delle cuffiette true wireless che dovrebbero essere regalate a tutti coloro che effettueranno il preordine di uno smartphone della gamma Galaxy S10. Si vocifera che dispongano di un charging box ricaricabile tramite wireless e che quindi possano sfruttare la ricarica inversa dei nuovi dispositivi. Ci sarà poi probabilmente spazio anche per il tablet Samsung Galaxy Tab S5e, che però è stato già annunciato qualche giorno fa. Si parla inoltre di nuovi fitness tracker e smartwatch, ma la società sudcoreana potrebbe semplicemente decidere di portare questi ultimi al Mobile World Congress, anziché occupare prezioso tempo durante l’evento Unpacked.

Samsung Unpacked 20 febbraio: come seguire l’evento in diretta

Visto l’interesse generato dall’evento, Samsung ha già lanciato da tempo un sito ufficiale italiano (da qui è possibile registrarsi per ricevere ulteriori informazioni sulle novità) e una pagina internazionale dove verrà trasmessa la conferenza Unpacked. Ovviamente l’evento sarà visibile in diretta anche sui vari canali ufficiali della società sudcoreana, probabilmente su YouTube e Facebook. Aggiorneremo questo articolo non appena Samsung renderà disponibile il live streaming ufficiale. Vi aspettiamo il 20 febbraio alle ore 20 italiane!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *