Conte: lavoriamo per crescita più robusta. Confido oggi approveremo dl


“Immagino e confido che approveremo il decreto crescita questo pomeriggio”. Ad annunciarlo, dopo giorni di trattative e polemiche all’interno dell’esecutivo, è il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Il decreto con “misure urgenti per la crescita economica” è all’ordine del giorno della riunione odierna del consiglio dei ministri, alle 16 a Palazzo Chigi. “Ovviamente – ha detto il premier in riferimento ai dati negativi dell’economia italiana – noi confidiamo in una crescita più cospicua, più robusta. Stiamo lavorando per questo. Dobbiamo accelerare assolutamente sulla ripresa, quindi siamo indomiti da questo punto di vista. Nel pomeriggio ci riuniremo al consiglio dei ministri per varare le misure che favoriscono la crescita, di sostegno alle imprese, al lavoro e alle attività produttive”.

Conte: “Riforma Cipe per velocizzare”

Conte ha spiegato che il dl crescita conterrà anche una riforma del Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica: “Oggi ogni variante passa al Cipe e passano sette o otto mesi. Tra le misure sblocca cantieri e per la crescita, c’è anche il nuovo regolamento del Cipe per velocizzare le procedure”, ha dichiarato. “Non portiamo ogni variante – ha precisato – ma solo quelle oltre una certa percentuale e in più abbreviamo i tempi. È la semplificazione”.

Castelli: “Norme per debito Capitale nel decreto”

Intanto il viceministro dell’Economia, Laura Castelli, ha presentato insieme alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, l’operazione che permetterà di chiudere nel 2021 la gestione commissariale del debito storico della Capitale. “La norma – ha annunciato Castelli – sarà inserita nel decreto crescita. Lo Stato si accolla una parte del debito finanziario e riduce i costi che dà alla gestione commissariale. È un’operazione win-win. I cittadini italiani non pagheranno l’operazione”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *