Caso nave Diciotti, Gasparri: no autorizzazione a procedere contro Salvini


Il presidente della Giunta per le immunità del Senato Maurizio Gasparri informerà, a quanto si apprende, la presidente del Senato affinché invii ai giudici di Catania gli atti firmati dal premier Giuseppe Conte e dai ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninelli sul caso Diciotti. Nei documenti, allegati alla memoria difensiva del vicepremier Matteo Salvini, il presidente del Consiglio spiega che le decisioni prese in quel frangente furono condivise da tutto il governo e quindi la responsabilità è comune. Inoltre, Gasparri ha proposto di non concedere l’autorizzazione a procedere nei confronti di Salvini, accusato di sequestro di persona aggravato.

Le motivazioni delle decisioni

Decidendo di inviare gli atti a Catania, Gasparri ha di fatto accolto la richiesta del senatore Pietro Grasso. Quest’ultimo, che fa parte della giunta per le immunità, aveva sostenuto che la mancata trasmissione sarebbe risultata in un’omissione di denuncia. In questo modo, invece, il Tribunale dei ministri di Catania dovrà esprimersi sull’intero esecutivo, dal momento che entra in possesso degli atti in questione. Per quanto riguarda la proposta di non concedere l’autorizzazione, Gasparri, nella sua veste di relatore, ha spiegato: “Alla luce delle argomentazioni fin qui evidenziate, la Giunta dovrebbe proporre all’assemblea il diniego della richiesta di autorizzazione a procedere”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *