Bussetti a studenti e prof del Sud: più fondi? Impegnatevi di più


Nel Meridione “non servono più fondi ma più impegno”. Bufera sul ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti (LA CARREIRA) che con queste parole avrebbe risposto alla domanda di un giornalista sul possibile arrivo di fondi alle scuole del Sud per colmare il gap con quelle del Nord. Bussetti avrebbe quindi negato l’impegno del suo Ministero a inviare contributi agli istituti di formazione invitandoli invece a lavorare di più e la sua frase ha scatenato le immediate reazioni dei dirigenti scolastici del Meridione. Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, ha replicato: “Il ministro dell’istruzione Marco Bussetti non può delegittimare il personale ‘del Sud’ usando espressioni divisive che lasciano intendere che nel Sud non ci si impegna adeguatamente”.

Giannelli: “Parole inaccettabili”

Il presidente dell’Associazione nazionale presidi ha poi aggiunto: “Forse il ministro ignora che in molte aree del sud le scuole sono l’unico avamposto dello Stato. Delegittimare chi vi lavora significa screditare ed è inaccettabile”.

Forza Italia e Pd contro Bussetti

E a criticare le parole del ministro dell’Istruzione sono stati anche alcuni esponenti di Forza Italia e del Pd. Mara Carfagna, di FI, ha commentato le dichiarazioni di Bussetti ritenendole “offensive per l’intero Sud e, pertanto, irricevibili” evidenziando, poi, come il progetto del governo “di autonomia per le Regioni del Nord impoverirà ulteriormente di servizi quelle aree del Paese, come la Campania, dove già ce ne sono meno”. Per De Magistris le frasi di Bussetti sono “parole di chi non conosce storie e fatti e, quindi, ignorando il Sud è un ministro dell’ignoranza” e a fare da eco al sindaco Pd di Napoli sono anche altri esponenti del centrosinistra come Fratoianni, Boldrini e Boccia.

M5s: “Bussetti chieda scusa”

Contro il ministro dell’Istruzione si sono poi espressi anche i consiglieri regionali della Campania del Movimento 5 Stelle: “Le parole pronunciate a Caivano dal ministro Bussetti, oltre a offendere la Campania e l’intero Sud, ledono profondamente la dignità di una categoria, quella dei docenti della nostra terra, che da decenni rappresenta una risorsa preziosa proprio per le regioni del Nord”. Nella nota del M5S si legge inoltre: “Bussetti ha offeso tutti gli studenti e i tanti lavoratori e professionisti che questi meravigliosi insegnanti hanno accompagnato nel loro percorso didattico”. Per terminare con un invito al ministro a “recitare un profondo mea culpa e scusarsi con l’intera categoria di insegnanti”.

“I fondi non mancheranno, dovete anche credere di più in voi stessi”

In realtà, sempre durante la visita in Campania, Bussetti, aveva invitato le scuole del Meridione a lavorare di più, rassicurando sull’arrivo di fondi: “Come Ministero vogliamo far sentire la nostra presenza, essere vicini ai territori, in tutta Italia, al Nord come al Sud. Senza distinzioni. Ma al Sud dico: non vi servono solo più fondi, che non mancheranno, dovete anche credere di più in voi stessi. Nelle vostre eccellenze”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *