Autostrade inglesi, più morti e feriti dopo lo spegnimento dei lampioni


Il numero di morti e feriti in incidenti stradali sulle autostrade inglesi è aumentato del 90% dopo la decisione del 2010 di spegnere parte dell’illuminazione per risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2. La cifra è contenuta in un rapporto di Highways England, la società di proprietà del governo che è incaricata di costruire, manutenere e gestire la rete autostradale inglese. La tendenza alla crescita delle vittime va in senso opposto rispetto a quanto succede invece su tutte le strade principali, le cosiddette A roads. Le associazioni degli automobilisti, secondo quanto riportato dal Times, legano la scelta del risparmio energetico in particolare in alcuni tratti della M2 (nelle vicinanze di Londra), M5 e M6 e in altri tratti nelle aree Birmingham e Liverpool, all’incremento degli incidenti con conseguenze gravi o fatali. La rete autostradale inglese, appunto contrassegnata dalla M di motorway (le strade principali vengono chiamate anche trunk roads), è sviluppata per quasi 10.500 chilometri. La società che gestisce le autostrade nega che l’aumento del numero di vittime sia legato allo spegnimento parziale dei lampioni. Ma il presidente della AA, la Automobile Association, Edmund King spiega al quotidiano britannico che “sarebbe necessaria un’indagine sulle conseguenze dello spegnimento dell’illuminazione”.

Un tratto della M5. Wikipedia

Un tratto della M5. Wikipedia

numeri
Secondo il rapporto di Hihghways England nel 2017 sulla rete gli incidenti sono stati 8.843 con 14.225 feriti e 1.853 tra morti e feriti gravi. Il numero complessivo di scontri e vittime è calato di oltre un quarto negli ultimi 10 anni. Il rapporto spiega anche che il numero di persone coinvolte incidenti durante la sera o la notte nel 2017 è calato del 18,4% rispetto al 2010. Tuttavia nel documento è pure riportato il dato secondo cui il numero di morti e feriti in tratti non illuminati è aumentato dell’88,2%: in termini numerici si è passati da 93 fra morti e feriti a 175.


 Alessandro Conti 

© riproduzione riservata



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *