Aumento Iva, tensione nel governo. Oggi in Cdm lo Sblocca Cantieri



Nuove frizioni al governo. Stavolta l’oggetto del contendere è l’Iva. L’obiettivo è evitarne l’aumento ma il rischio di un deciso rialzo dell’imposta sui consumi resta al centro delle tensioni della politica, anche all’interno della stessa maggioranza. Perché se Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono contrari a qualunque rincaro del prelievo fiscale, diretto o indiretto che sia, meno decisa appare la posizione del ministro dell’Economia Giovanni Tria, che ricorda che l’aumento al momento è “confermato” in attesa che si trovino le “alternative”. L’obiettivo è di evitare rialzi ma tocca alla politica, è il messaggio, decidere il da farsi. “L’Iva non aumenterà” è una frase che il ministro dell’Economia non pronuncia mai. “Le risorse ci sono sempre, l’importante è decidere dove metterle e la decisione è politica”, spiega Tria. Intanto per oggi è attesa l’approvazione in Cdm del decreto Sblocca cantieri, nella riunione in programma a Reggio Calabria. Previsto anche il via libera a misure urgenti in tema di sanità annunciate dal premier Conte.

Di Maio e Salvini: “Con noi al governo nessun aumento”

“Finché il M5S sarà al governo non ci sarà nessun aumento” assicura Luigi Di Maio sul paventato rialzo dell’imposta sul valore aggiunto, mentre Matteo Salvini proclama l’impegno della Lega perché, dice, “siamo al governo per abbassare le tasse, non per aumentarle”. E, certo, “il ministro dell’Economia da sempre deve avere nella prudenza la sua dote migliore” ma “noi stimoleremo un po’ di coraggio”.


Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *