Apple Watch dal 2020 sarà in grado di monitorare il sonno?



Si parla già dell’Apple Watch che la società di Cupertino potrebbe lanciare nel 2020. Secondo quanto raccolto da Bloomberg, il gigante della tecnologia starebbe testando una nuova funzione attraverso cui mira a rendere l’orologio sempre più un dispositivo per aumentare il benessere e migliorare la salute degli utenti.

Mark Gurman infatti sostiene che Apple starebbe testando una funzionalità legata al monitoraggio del sonno, destinata a vedere la luce con la sesta generazione dell’orologio. Si tratta di una funzione ampiamente richiesta dagli utenti, che attualmente sono costretti ad affidarsi ad applicazioni di terze parti per ottenere dei dati più precisi sulle ore di sonno e la qualità.

L’ostacolo più grande per Apple però è legato alla durata della batteria. Ad oggi, lo smartwatch è in grado di garantire 24 ore di autonomia con una singola carica, ma i concorrenti che includono il monitoraggio del sonno possono vantare un’autonomia di addirittura una settimana. Secondo Gurman, proprio alla luce di tale ostacolo la Mela potrebbe optare per una batteria più grande o aggiungere un’impostazione in grado di ridurre il consumo quando viene attivata la modalità.

I rumor sull’implementazione di questa nuova applicazione sono presenti sul web dal 2016, e sono aumentate a seguito dell’acquisto da parte di Apple di Beddit, un produttore di dispositivi per il tracciamento del sonno. La salute insomma diventa sempre più centrale nell’ecosistema Apple.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *