Amazon denunciata all’Antitrust per le etichette alimentari



Nuova grana per Amazon in Italia. Giunge oggi notizia che il colosso di Jeff Bezos sarebbe stato denunciato all’Antitrust italiano per la presunta violazione delle norme sull’etichettatura degli alimenti da parte del servizio Amazon Pantry.

La denuncia è partita dal sito web Great Italian Food Trade, secondo cui il servizio “continua a violare le più essenziali regole di informazione al consumatore sui prodotti alimentari“.

Nella lunga lettera pubblicata da GIFT, il cui link è presente in calce alla notizia, i legali sostengono che Amazon stia ripetutamente violando il regolamento europeo 116/2011 sull’etichettatura degli alimenti, nella fattispecie la norma che obbliga i produttori ad indicare la presenza di sostanze che potrebbero scatenare reazioni allergiche. Il tutto, secondo gli stessi rappresenta “un grave rischio per i consumatori allergici e altre categorie vulnerabili di popolazione, che si trovano ad acquistare al buio alimenti per essi potenzialmente pericolosi“.

Inoltre, si legge anche che per alcuni prodotti i consumatori sarebbero costretti ad andare a fiducia in quanto le etichettature non riportano informazioni obbligatorie quali il codice relativo dell’autorità di controllo, il logo BIO comunitario ed il luogo di provenienza delle merci. Per alcuni casi, l’avvocato di diritto alimentare e direttore di GIFT, rileva che le informazioni sarebbero presenti ma illeggibili in quanto spesso non vengono trascritte ma fotografate.

La denuncia è stata inviata ad Amazon in quanto rea di non aver controllato e verificato la conformità delle etichette.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *