All’interno dello store LEGO basato interamente sulla realtà aumentata



Lo shopping in realtà aumentata per LEGO: a Londra ha aperto un negozio che appare completamente spoglio, l’unica cosa presente è un gigante logo di Snanpchat. Ma una volta scannerizzato con lo smartphone ecco che gli scaffali vuoti si riempiono di vestiti a tema LEGO e altre magie. In futuro sarà così in tutti negozi?

Lo store si trova a Fitzrovia, un quartiere di Londra. Come è detto all’interno non c’è nulla, assolutamente nulla. Il trucco sta nella realtà aumentata, unico modo per entrare in un’altra dimensione, e vedere cosa vende veramente il negozio. È l’idea di LEGO per commercializzare una capsule collection estremamente limitata di vestiti brandizzati LEGO ma dedicati ad un pubblico adulto.

Non solo i prodotti che si possono acquistare, ma pure un po’ di magia: mini figure LEGO a grandezza “umana” animano gli spazi del negozio, una DJ Lego spara musica a tutto volume da una console, mentre sempre grazie al cellulare è possibile provare i vestiti della collezione per adulti Lego Wear di Kabooki.

Un progetti che ci racconta qualcosina del futuro dello shopping, e che vede assieme numerosi brand: Kabooki, tanto per iniziare, produttrice di vestiti su licenza LEGO, Snapchat, che ha fornito la sua piattaforma per la realtà aumentata, e, quindi, We Are Social, una agenzia per la comunicazione digitale.

Lea Sandell, social media innovation lead di LEGO ha detto che l’iniziativa testimonia l’anima giocosa e innovatrice dell’azienda di giocattoli danese. Lego peraltro sulla realtà aumentata ci sta puntando parecchio, la sua ultima linea di set a tema horror, “Hidden Side“, si basa proprio su questa tecnologia per aumentare le possibilità di gioco e creare avventure interattive.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *