Al volante della Renault Captur 1.3 tutto pepe


La Renault Captur a Castelmola

La Renault Captur a Castelmola

Più brio, più potenza, più “green”. È la ricetta del nuovo motore 1.3 TCe Fap turbo benzina a iniezione diretta ora disponibile su Renault Captur, il B-Suv della Losanga ordinabile con la nuova motorizzazione in due livelli di potenza, 130 e 150 cavalli. L’obiettivo? Battere la concorrenza di avversarie agguerrite – da Fiat 500 X a Jeep Renegade per citare due esempi – in un segmento tra i più amati dal pubblico italiano dotando Captur del nuovo motore, sviluppato con Daimler. Un propulsore che amplia, e di molto, la possibilità di scelta (il precedente top di gamma di Captur, infatti, forniva solo 90 cavalli…), in linea con lo standard di emissioni Euro 6d-Temp.


come è fatto

Il risultato? Un turbo benzina in due “taglie”: 130 cavalli e 220 Nm di coppia massima (velocità massima 200 km/h), con cambio manuale 6 marce; e 150 cavalli e 250 Nm (210 km/h), a scelta con manuale o automatico doppia frizione Edc a 6 rapporti. Diverse le tecnologie messe a frutto per ottenere il 1.3 TCe Fap (già disponibile sulla Renault Scenic) con l’obiettivo di contenere consumi ed emissioni: dal rivestimento dei cilindri (derivato dalla Nissan GT-R) che riduce gli attriti e dunque i consumi, all’iniezione diretta di benzina con pressione portata a 250 bar, a una rinnovata gestione delle valvole di aspirazione e di scarico a vantaggio di una coppia disponibile a regimi più bassi.


su strada
Abbiamo testato Captur (long-seller della Casa francese, che nel 2018 ha totalizzato in Italia 140.399 immatricolazioni; modello che verrà sostituito da una nuova generazione non prima del 2020, dopo il lancio commerciale della nuova Clio atteso nell’anno in corso) sulle strade della Sicilia orientale. Tra Catania, Taormina, l’antico bordo di Castelmola, scoprendo le bellezze dell’isola narrata da Giovanni Verga e mettendo alla prova il nuovo 1,3 litri benzina. Al volante della versione da 130 cavalli con cambio manuale Captur si è dimostrata brillante, con la massima coppia disponibile dai 2.250 giri/minuto e una reattività spiccata dalla terza marcia a salire; il crossover così motorizzato è parso a suo agio anche nei tornanti delle splendide montagne con vista sul Mediterraneo.

La Captur davanti alla maestà dell’Etna

La Captur davanti alla maestà dell’Etna

consumi
In questa “taglia” quelli ufficiali pari a 5,6-5,9 litri/100 km, con emissioni di 128/134 gr/km. Nella versione automatica da 150 cavalli, testata in autostrada, la cavalleria abbondante è un “plus” da sfruttare per viaggi comodi su strade ad alto scorrimento, magari con l’intera famiglia a bordo (i posti sono 5) e i bagagli. I dati di consumo pari a 5,5-6,0 l/100 km, le emissioni di 126/137 g/km. L’impressione di chi scrive è che i 130 cavalli abbinati al manuale si sposino al meglio con questo modello a ruote “alte” di grande successo, confortevole in città e nel ciclo misto. Considerata infatti la mole contenuta e la massa complessiva totale di 1.729 kg, la cavalleria di questo benzina è sufficiente a regalare il giusto tasso di comodità, sicurezza nei sorpassi, e brio quando si desidera una guida più sportiveggiante.

Il percorso passa anche per Aci Castello

Il percorso passa anche per Aci Castello

allestimento
Non è tutto. Captur cambia “pelle” anche grazie al nuovo allestimento Sport Edition Model Year 2019 con novità stilistiche e sostanziali: dai fari full-led alle tinte Be-Style e i nuovi cerchi da 16’’, dalle sellerie Black Tweed al volante in pelle e il cassetto Easy Life Ivory con illuminazione interna, mentre di serie vi sono la Parking Camera con sensori di parcheggio posteriore, lo Smart Nav Evolution con schermo touch da 7’’ e la radio Dab. Una versione che si affianca alla (già esistente) Sport Edition2, la quale è però arricchita di serie con l’R-Link Evolution compatibile con smartphone iOS e Android, sensori di parcheggio anteriori, clima automatico, cerchi in lega da 17’’ diamantati black e altri dettagli interni. I prezzi? In listino il TCe 130 FAP sulla versione Sport Edition MY19 a 21.300 euro; mentre la Sport Edition2 con 130 cv a 22.400 euro, 150 cavalli manuale a 23.200 e automatico a 24.800 euro.

 Giulio Masperi  

© riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *