Activision rimborsa chi lo ha acquistato negli USA



Come riportato da diversi siti e portali videoludici americani, i vertici di Activision si starebbero attivando per consentire agli acquirenti di Guitar Hero Live di ottenere un rimborso.

L’iniziativa, per il momento, sembrerebbe rivolta solo ed esclusivamente a coloro che hanno acquistato Guitar Hero Live negli USA nel periodo compreso tra l’1 dicembre 2017 e l’1 gennaio 2019. Il modulo per la richiesta del rimborso è già online sulle pagine del sito ufficiale di GH Live (qui trovate la versione in italiano) ma non specifica i motivi dell’iniziativa, anche se il tutto può essere facilmente ricondotto alla chiusura di GHTV avvenuta il 31 dicembre del 2018.

Il servizio in streaming che consentiva agli utenti di accedere a una vastissima libreria di brani e alle modalità multiplayer, infatti, rappresentava una componente fondamentale dell’esperienza offerta dal titolo ed era al centro della campagna promozionale che ha accompagnato il lancio del videogioco musicale di FreeStyleGames (ora divenuti Ubisoft Leamington) su PC e console, sia last-gen che current-gen, nell’ottobre del 2015.

Il rimborso offerto da Activision, di conseguenza, potrebbe costituire una sorta di “risarcimento” per chi ha acquistato il titolo senza sapere che non avrebbe più potuto cimentarsi con i brani e le sfide multiplayer del modulo GHTV dalla fine dello scorso anno. Rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti e novità ufficiali, specie in relazione all’estensione del rimborso in questione per chi ha comprato Guitar Hero Live in Europa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *