Abruzzo, Elezioni Regionali 2019: le dichiarazioni di Luigi Di Maio


La sfida elettorale di domenica 10 febbraio in Abruzzo vede le due forze di governo divise. Per il vicepremier M5s Luigi Di Maio “Salvini ha scelto Berlusconi e il passato”, mentre “questa Regione ha bisogno di un cambiamento per proiettarsi nel futuro, non di tornare indietro con le minestre riscaldate”. Il 7 febbraio, il vicepremier leghista ha presentato insieme a Silvio Berlusconi e a Giorgia Meloni la candidatura di Marco Marsilio, esponente di Fratelli d’Italia. Il M5s corre invece con Sara Marcozzi. Gli altri due in lizza sono Giovanni Legnini (esponente del Pd collegato a 8 liste) e Stefano Flajani (CasaPound). (I 4 CANDIDATI ALLA PRESIDENZA IN ABRUZZO)

Di Maio: “Il M5s non fa alleanze”

“Io sono in Abruzzo – dice Di Maio in un’intervista al Messaggero – per sostenere la nostra candidata Sara Marcozzi. Il M5S non fa alleanze e si presenta sempre con una sola lista”. E a proposito del candidato di centrodestra Marco Marsilio, nato a Roma da genitori abruzzesi aggiunge: “Mi fa impressione vedere che il candidato di Berlusconi in Abruzzo non è neppure un abruzzese. Con 1 milione e mezzo di persone non sono riusciti a trovarne uno?”.

“Con la Lega rispettiamo contratto di governo”

Il vicepremier pentastellato assicura comunque che “quello con la Lega è un contratto di governo che rispettiamo e portiamo avanti. Stiamo ottenendo importanti risultati e dureremo 5 anni”. A chi gli chiede se dopo le Europee ci sarà comunque una riflessione tra il M5s e la Lega sul contratto, infine, risponde: “Dopo le Europee sarà un piacere smentire e sorridere di tutte le ricostruzioni e i retroscena che leggo. Nel frattempo stiamo realizzando il contratto, in modo chiaro, veloce e con un dibattito a volte acceso”.






Leggi tutto



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *